LO STUDIO DI FATTIBILITÀ - UNO DEI PUNTI DI FORZA DI SIMCO CONSULTING

Lo scopo dell’intervento è quello di analizzare la situazione attuale dell'azienda e le previsioni di sviluppo, così da poter definire la migliore soluzione per l'organizzazione del nuovo magazzino, dal punto di vista operativo (strumenti, attrezzature, sistemi, IT), organizzativo e del layout.

Per mezzo dello Studio di Fattibilità s'individuano le soluzioni alternative, opportunamente caratterizzate, analizzate e presentate, definendone la valenza in termini di risultati ottenibili, di budget necessario (CAPEX) e di ritorno d'investimento, stimandone quindi i costi di esercizio (OPEX) e valutando la flessibilità operativa, la capacità di sviluppo / trasformazione ("scalabilità") e i tempi di realizzazione.

Per individuare alternative rispettose dei requisiti, è dapprima necessario analizzare la situazione attuale e successivamente i piani di sviluppo del business.

Lo Studio tiene conto delle necessità di stoccaggio, di movimentazione e di preparazione degli ordini (cercando di ottenere le massime efficienze dei processi) e delle prospettive di sviluppo, nonché dei vincoli imposti dalla situazione in termini di strutture e di organizzazione.

Definizione del metodo

Studio fattibilita corpo 1

Definizione del team di progetto

Al fine di ottenere il migliore risultato nelle attività, prima di iniziare, occorre definire le figure coinvolte.
Qui di seguito uno schema di riferimento.

Studio fattibilita corpo 3

 

Definizione accurata del problema

In questa fase, si procederà con:

  • comprensione delle specifiche necessità operative e di servizio;
  • analisi delle necessità connesse ai "processi chiave", sia per quanto concerne le attrezzature, sia per gli spazi operativi;
  • analisi dei processi di magazzino (dal ricevimento/controllo alla spedizione) con particolare attenzione alle attività di prelievo e confezionamento;
  • raccolta di layout, piante, sezioni, prospetti etc. relativi alla nuova area destinata a magazzino;
  • sopralluogo per una presa di contatto diretta delle necessità delle aree e delle funzioni oggetto di studio;
  • comprensione delle caratteristiche fisiche / gestionali delle referenze movimentate (dimensioni e tipologia delle Unità di Carico del magazzino, altro specifico);
  • quantificazione delle giacenze, in termini di volume occupato;
  • quantificazione dei flussi in ingresso e in uscita (righe, pezzi e altro) e delle giacenze
  • ecepimento caratteristiche del personale di magazzino (mansioni, turni, costi);
  • analisi delle produttività dichiarate per le principali attività;
  • se possibile, analisi dei requisiti delle attività logistiche nei periodi di picco o di stagionalità (annuale, mensile, settimanale);
  • rilievo delle caratteristiche e prestazione del sistema informatico preposto alla gestione del magazzino;
  • definizione del livello di servizio attualmente erogato.

Proiezione dei dati attuali al punto di progetto

In questa fase si procederà alla definizione, in collaborazione con il cliente, del cosiddetto “punto di progetto”, ossia delle ipotesi di sviluppo quantitative (referenze gestite, giacenze, flussi etc.) e qualitative che derivano dalle prospettive del business e che influenzeranno le prestazioni richieste al nuovo magazzino nel medio termine.
Si tratterà di “riproporzionare” i dati visti in precedenza, così da ottenere quelli che saranno i “compiti” cui il magazzino dovrà far fronte nel medio termine (5÷7 anni).

Studio fattibilita corpo 2 

Qui di seguito degli esempi relativi all'analisi dei dati di giacenza e di movimentazione.

Analisi della Giacenza attuale

Studio fattibilita corpo 4

 Analisi della Giacenza al punto di progetto

Studio fattibilita corpo 5

Analisi flussi materiali

Studio fattibilita corpo 6

Al termine di questa fase si arriverà al cosiddetto consolidamento dati, ossia alla condivisione col Committente degli elementi raccolti e delle ipotesi di base per il completamento dello Studio.

Saranno ad es. concordati i vincoli e/o le direzioni strategiche da rispettare, nonché i criteri di valutazione delle alternative, sia economico finanziari sia di stampo più squisitamente qualitativo.

Studio di Fattibilità

Sulla scorta dei requisiti definiti nelle fasi precedenti, che andranno rispettati da ciascuna alternativa di layout prospettata, si provvederà quindi a definire la migliore soluzione organizzativa per il nuovo magazzino.

Lo Studio di Fattibilità permette infatti di:

  • definire un set di soluzioni alternative, ivi incluse soluzioni che prevedano la parziale automazione (ad esempio l'impiego dei così detti "Caroselli orizzontali"), per l’organizzazione del magazzino (aree ricevimento, controllo qualità, lavorazioni, confezionamenti, stock, spedizione, ausiliarie) relative all’impiego del personale, dei mezzi, degli impianti di movimentazione e di stoccaggio, degli eventuali strumenti ICT e definire altresì i criteri operativi da adottare, tenendo conto delle quantità in gioco e della flessibilità necessaria ad accomodare con il minor numero di fastidi possibili eventuali cambiamenti del profilo dell'attività (entro certi limiti);
  • acquisire i criteri di valutazione delle suddette alternative, per potersi esprimere compiutamente circa la loro preferibilità (es. di criteri di valutazione: entità degli investimenti, costi di esercizio, flessibilità operativa etc.);
  • effettuare il bilancio dei costi operativi tra le soluzioni analizzate quantificando i saving (rispetto all'esistente) e i miglioramenti di prestazione; si individueranno anche i punti di forza e di debolezza dal punto di vista qualitativo (livello di servizio espresso, rischi, flessibilità etc.). Tra l'altro si provvederà a quantificare il personale di magazzino al momento dello start up del Magazzino riorganizzato e l’investimento in attrezzature logistiche;
  • analizzare le soluzioni proposte e suggerire quella giudicata migliore;
  • stimare la potenzialità massima del nuovo magazzino (espressa in Unità di Carico stoccabili, flussi etc.) qualora questa dovesse eccedere le necessità di progetto;
  • definire la scalabilità degli interventi;
  • individuare fasi e tempi per la realizzazione dell’intervento previsto.

Lo Studio di Fattibilità non interverrà sulle aree destinate ad uffici, servizi sociali e servizi tecnici generali. Pertanto, la verifica dell'adeguatezza di questi spazi alle necessità future sarà effettuata direttamente dal cliente.

Qui di seguito alcune immagini relative allo sviluppo e alla comparazione delle soluzioni alternative:

Studio fattibilita corpo 7Studio fattibilita corpo 8

Studio fattibilita corpo 10

Studio fattibilita corpo 10a

Viene anche definita la tempistica di progetto attraverso un GANTT:

Studio fattibilita corpo 11

Al termine di questa fase si arriverà alla cosiddetta presentazione finale. 

Per informazioni:
Simco Srl Via Giovanni Durando 38 20158 Milano MI Italy
Tel. +39 02 39325605 Fax +39 02 39325600
email: simco@simcoconsulting.it

Articoli Magazzino

Simco Italia  Simcoconsulting.com  Simco France